Panorama

Non capita spesso che Amanda esca da teatro divertita e soddisfatta. La noia, purtroppo, è una sensazione che accompagna la visione di molti lavori. Non così qualche giorno fa. Lo spettacolo era Panorama, una sorta del “meglio di” ideato e diretto dal coreografo francese Philippe Decouflé, che si è divertito ad assemblare e mixare brani tratti dalle sue creazioni, realizzate a partire dagli anni ’80.

Danza, nouveau cirque, teatro d’ombra, costumi immaginosi e colorati, ironia in grande quantità,  nessuna voglia di prendersi sul serio e un genuino e quasi fanciullesco desiderio di sperimentare e concedere libertà d’azione alla fantasia. Nessun intellettualismo, nessuna posa filosofeggiante ovvero predicatoria, ma una solida professionalità e un originale e immaginoso senso della spettacolarità. C’è forse bisogno di molto altro per mettere in scena un gran spettacolo?

visto alle Fonderie Limone, Moncalieri (Torino), il 13 settembre, Torino Danza.

Annunci

Un pensiero su “Panorama

  1. Ilaria

    Panorama è piaciuto anche a me. E sul fatto che possa essere tacciato di eccessiva leggerezza mi appello alla dichiarazione iniziale del ballerinao, che parlava chiaramente di divertissement. Superate le coreografie anni Ottanta mi sono lasciata andare alle trovate divertenti, senza molte pretese, ma eseguite con magnifica eleganza (anche se non sempre precise). Il pubblico mi sembrava decisamente soddisfatto, e di queesti tempi non è poco.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...