Una cena armena

Amanda non sa molto del genocidio del popolo armeno, compiuto agli inizi del Novecento, un secolo destinato a essere drammaticamente punteggiato da olocausti che hanno oscurato l’umanità intera. Ed è dunque con molto interesse che si è recata ad assistere a Una cena armena, spettacolo basato sulla pièce scritta da Paola Ponti in seguito all’incontro con Sonya Orfalian, figlia di un armeno palestinese esule in Libia e da qui cacciato in seguito alla salita al potere di Gheddafi. La vicenda di Sonia e della sua famiglia è esemplare di un popolo destinato a non avere uno stato né, di conseguenza, un passaporto che ne attesti l’identità nazionale. Un popolo che trova unità e senso di appartenenza nelle proprie antiche tradizioni, fra le quali proprio la cucina. Il protagonista dello spettacolo – Danilo Nigrelli, anche regista – è un intellettuale divenuto cuoco suo malgrado e che spiega all’inattesa, giovane ospite che si è letteralmente  intrufolata in casa sua, la storia della propria gente insegnandole a cucinare, appunto, una cena armena. Il dialogo fra i due – la ragazza è ben interpretata da Rosa Diletta Rossi – è contrappuntato da diffidenza e incomprensione, insofferenza e impazienza e tuttavia percorso da un condiviso senso di invincibile inquietudine. Entrambi sono alla ricerca di punti di riferimento, di certezze sulla propria identità e sul perché del loro essere al mondo: un’ansia profonda e condivisa tanto da potere essere scambiata, e così sarà la giovane a compiere quel viaggio alle origini del popolo armeno che l’uomo non si sente in grado di fare. Uno spettacolo piccolo e semplice, ma intenso e niente affatto retorico, ben recitato e ben diretto, con scelte e soluzioni che coinvolgono e commuovono.

DSC_0173

 

Una cena armena, visto alla Cavallerizza – Manica Corta di Torino il 2 marzo 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...