Sul cannibalismo del pubblico

Gli spettatori comodamente seduti in platea non sono, in fondo, che cannibali, certo civilizzati e ben vestiti, ma pur sempre compiaciuti antropofagi e, d’altronde, pagano anche un regolare biglietto per esercitare questa pratica atavica. Questo il pensiero maturato da Amanda dopo aver assistito a Digerseltz, l’irresistibile spettacolo scritto, diretto e interpretato da Elvira Frosini. Una riflessione sull’onnipresenza nella nostra società del cibo, delle immagini e della retorica a esso collegate. La performer vomita al microfono masticazioni e risucchi, stereotipi e frasi fatte, considerazioni auto-assolutorie sulla fame nel mondo e ossessioni estetiche, ritraendo una realtà in cui il mangiare è tutto tranne che un’azione necessaria alla sopravvivenza. Ma Elvira Frosini va oltre e traccia un parallelo fra l’atteggiamento che la pasciuta società capitalista assume nei confronti del cibo e quello che essa adotta verso gli artisti: divorati, fatti a pezzi, poiché, «come con il maiale, non si butta via niente», vittime sacrificali della voracità del pubblico, ovvero ignorati, nutrimento sdegnosamente rifiutato da anoressici impegnati a preservare l’essenziale magrezza del proprio spirito. L’attore si offre sul palcoscenico come su una tavola imbandita, pronto a essere inghiottito voracemente ovvero immediatamente rigettato da uno spettatore che – bulimico oppure anoressico – non pare più capace di “ruminare”, di rimasticare nella quiete quanto assorbe dalla scena. L’arte come il cibo – suggerisce l’intelligente Elvira –  entrambi prodotti destinati a un consumo rapido e, il pubblico ama illudersi, senza conseguenze.

DIGERSELTZ bassa-Elvira Frosini 3 foto Futura Tittaferrante

 

Digerseltz, visto al Maneggio della Cavallerizza Reale di Torino, nell’ambito del festival Play with Food, il 22 marzo 2013.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...