Spettacoli oppure operazioni? Su “Quando Nina Simone ha smesso di cantare”

Ad Amanda capita a volte di provare la sensazione di assistere non a uno spettacolo bensì a una “operazione”, ossia a un lavoro messo in piedi non tanto per reale volontà – o necessità – artistica, bensì per assicurarsi uno spazio sui quotidiani e le sale piene. La ricetta è di sperimentata efficacia: scegliere interpreti noti al grande pubblico grazie alle loro partecipazioni televisive e/o cinematografiche e testi che possano attrarre in quanto celebrati best-seller oppure perché incentrati su tematiche di attualità. La stessa ricetta eseguita da Giorgio Gallione nel mettere in scena Quando Nina Simone ha smesso di cantare, monologo teatrale, poi divenuto romanzo, scritto da Darina Al Joundi e Mohamed Kacimi e in cui la prima rievoca la propria tragica giovinezza vissuta nella Beirut della guerra civile. Quando-Nina_1_-ph-Bepi-CaroliA interpretare questo testo – in Francia un inatteso successo – Valentina Lodovini, brava attrice di cinema ma evidentemente digiuna di pratica teatrale.  L’esitante e sostanzialmente mediocre prova della Lodovini – la recitazione teatrale è tanto diversa da quella cinematografica, comporta studio, concentrazione, personalità, qualità e competenze che non si improvvisano, neanche con tanta buona volontà – si combina a un testo che suscita molte perplessità. Farraginoso, compiaciuto nella descrizione di stragi e violenze, interessato più alla frase o all’immagine d’effetto che all’approfondimento di comportamenti e sentimenti. Il risultato è che nulla si riesce a capire di più del Libano, paese complicato e contradditorio, la cui tragica storia richiede più che un facile sensazionalismo che mischia stragi e stupri alla mancata libertà delle donne nei paesi islamici inanellando luoghi comuni anziché ambire alla chiarezza e alla verità. E Amanda non può che ripensare a certi spettacoli di Rabih Mroué, artista libanese, peraltro coetaneo della Al Joundi, che con spietata ed efficace lucidità ci ha detto molto della complicatissima realtà del suo paese. Ma in quel caso si trattava di spettacoli veri, non di “operazioni”…

Quando Nina Simone ha smesso di cantare, visto al teatro Gobetti di Torino il 30 aprile 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...