Il fascino del teatro ben fatto…

Non c’è nulla di nuovo né di sorprendente nello spettacolo cui ho appena assistito eppure provo una soddisfazione e un piacere dell’anima inusuali: questo, più o meno, il pensiero di Amanda all’uscita della sala dove era appena andato in scena Colpo su Colpo, “progetto” teatrale scritto, diretto e interpretato da Riccardo Caporossi e ispirato al mito degli Atridi, da Tantalo fino al tristo Oreste. Gli spettatori sono invitati da Caporossi e da Vincenzo Preziosa – con lui in scena – a indossare una benda poiché quanto sta per accadere deve essere “ascoltato” prima ancora che contemplato. E, d’altronde, nell’antichità la vista del cuore era ritenuta più potente e introspettiva di quella degli occhi – Tiresia non era forse cieco, e così Omero? Caporossi e Preziosa, invisibili agli spettatori, raccontano le tragiche vicende degli Atridi, percorrendone l’esiziale parabola al contrario, partendo dall’ultimo rappresentante della stirpe, vale a dire Oreste, per ritornare al suo fondatore, il crudele Tantalo. Un racconto avvolto dal mistero e dall’oscuro operare del Fato, contrassegnato dall’odio fratricida e dall’incesto, da banchetti all’insegna del cannibalismo più feroce e da vendette spietate. Parole che vengono chiosate da suoni e odori, realizzati in scena dai due interpreti, così da stimolare i sensi dello spettatore che, privato della vista, è nondimeno completamente assorbito nell’universo misterioso e fatale del mito. Al termine della narrazione, il pubblico, liberato delle bende, può contemplare gli splendidi disegni realizzati ancora da Caporossi per illustrate le vicende degli Atridi. Come si diceva all’inizio, nulla di nuovo, ma realizzato con una tale appassionata professionalità e una fatidica nonché seducente poeticità  che lo spettatore non può che rimanere felicemente perturbato.

foto_Caporossi

Colpo su colpo, visto al Teatro Astra di Torino, il 4 maggio 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...