Ancora da Edimburgo: un piccolo ma suggestivo spettacolo sulla convivenza fra esseri umani

Durante la sua residenza a Edimburgo Amanda ha visto principalmente spettacoli ascrivibili alla categoria “circo contemporaneo” ma si è concessa anche qualche digressione, almeno una decisamente interessante. Si tratta di Feral, un’originale contaminazione di teatro di figura, video in presa diretta e suono, realizzata dalla compagnia britannica Tortoise in a Nutshell in collaborazione con Cumbernauld Theatre. Una piccola città ideale, un quartiere-modello costruito per garantire serenità e gioia ai suoi abitanti, fra i quali una famigliola che lì si trasferisce colma di speranzoso ottimismo. Un microcosmo creato utilizzando semplici pannelli bianchi sui quali luoghi, oggetti, adulti e bambini, sono suggeriti con essenziali tratti di pennarello di colore scuro. Bianco e nero qualificano anche le piccole sagome di carta – automobili, esseri umani, animali – che si muovono in quel luogo all’apparenza perfetto. Spostamenti ripresi con una piccola camera a mano che consente altresì di esplorare nelle stanze, nelle strade e nei negozi di quel quartiere di sogno, mentre un rumorista ne compone dal vivo la colonna sonora quotidiana. Una musica di sottofondo che muta bruscamente allorché l’idillio svela il suo lato oscuro, rivelando quanto labile e inconsistente fosse l’armonia che apparentemente vi regnava. La serenità si tramuta in paura, la gioia in costante inquietudine fino al drammatico risveglio da un sogno in cui troppo a lungo si è indugiato. Una parabola sul nostro tempo oscuro, in cui la convivenza fra gli uomini –  a partire dai vicini di casa – è costantemente guastata da egoismi e frustrazioni che, ancora una volta, testimoniano della notoria ma non sconfitta “banalità del male”. Una verità che Feral, dopo aver esordito come fiabesco spettacolo di figura, afferma con decisa incisività nel suo finale inatteso, capace di annientare l’ingenua leggerezza dello spettatore, costretto suo malgrado a ripensare alle proprie modalità di relazione con il prossimo.feral-11-300x300

Feral, Tortoise in a Nutshell in coproduzione con Cumbernauld Theatre, visto alla Summerhall, Edinburgh Fringe Festival, il 15 agosto 2013.

Annunci

Un pensiero su “Ancora da Edimburgo: un piccolo ma suggestivo spettacolo sulla convivenza fra esseri umani

  1. Pingback: Rassegna stampa_Speciale FESTIVAL#3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...