Pensavo di vedere uno spettacolo di danza: su B.Flowers di Marta Carrasco

L’atteggiamento di pubblico e critica nei confronti degli spettacoli d’importazione tende a essere manicheo: si adora tutto ciò che di straniero giunge sui nostri palcoscenici oppure lo si schiva con sufficienza – un paio di anni fa Amanda rimase basita quando una collega le disse di non essere interessata a uno spettacolo di Ostermeier – in scena per la prima volta nella nostra città – e di preferire, in sostanza, le compagnie “autoctone”. Una riflessione nata in Amanda la scorsa sera, mentre assisteva a B.Flowers, la nuova creazione della coreografa e danzatrice catalana Marta Carrasco. Uno spettacolo che, peraltro, genera un’altra riflessione, legata alla difficoltà di definire quanto avviene sulla scena che, in alcuni casi può essere un bene – a volte certe definizioni ed etichette si rivelano sterili e velleitarie – in altri può essere indice d’inconsistenza drammaturgica. Il lavoro della Carrasco si fonda sull’analogia fra fiore e corpo femminile, motivo declinato in sipari piuttosto scontati e ripetitivi, arricchiti certo da costumi assai bizzarri ma affatto trascurabili dal punto di vista prettamente coreografico. La danza, insomma, risultava un elemento secondario – e le abilità  delle tre performer soltanto vagamente intuibili – ma neppure la parte teatrale era sufficientemente sviluppata. Il risultato è uno spettacolo che, nella sua indefinibilità, denuncia la sua inconsistenza. Una prova di ciò si è avuta nella reazione del pubblico, chiamato in causa un paio di volte dalle performer: l’imbarazzo della sala non era che l’altra faccia della scarsa convinzione delle interpreti stesse, le prime a dimostrare di non credere a quanto stavano mettendo in scena. Uno spettacolo deludente, dunque, ma non perché straniero ma in quanto semplicemente brutto. E la non riuscita di un lavoro è – lapalissianamente – una possibilità che accomuna artisti di ogni latitudine.

foto_MartaCarrasco_BFLOWERS

B.Flowers, coreografia e regia di Marta Carrasco, visto al teatro Astra di Torino il 6 febbraio 2014.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...