L’irresistibile malinconia dei nomadi circensi: su Circo equestre Sgueglia di Raffaele Viviani

Un viaggio a ritroso nel passato, anche teatrale: questa la sensazione immediatamente provata da Amanda la scorsa sera assistendo a Circo equestre Sgueglia, prima commedia “lunga” (tre atti) di Raffaele Viviani, diretta dal franco-argentino Alfredo Arias per lo Stabile di Napoli. L’autore napoletano dipinse nel microcosmo di un modesto circo equestre la miseria e le passioni, le meschinerie e la solidarietà che definiscono le relazioni umane. Situazioni comiche si alternano a sipari quasi drammatici, i mille espedienti per sopravvivere lasciano spazio alla malinconia di un’esistenza che non è come si vorrebbe. I furbi e gli spregiudicati pagano il male compiuto mentre le loro vittime si stringono l’una all’altra e conquistano una, benché pallida, serenità. phsalvatorepastore info@salvatorepastore.comIl ritratto di un mondo – quello degli artisti di circo, nomadi e perennemente affamati, non soltanto di cibo – quasi del tutto scomparso e che Arias raffigura ricorrendo a una messa in scena essa stessa vagamente retrò, con le scenografie colorate e filologicamente descrittive, le musiche eseguite dal vivo da quattro strumentisti in abiti coloratissimi, il coinvolgimento del pubblico, invitato a cantare un allegro ritornello. La vera novità registica e lo scarto che consente allo spettacolo di sollevarsi dall’impressione di sterile riproposta di anacronistiche modalità di rappresentazione è l’invenzione di un narratore – Mauro Gioia – ermetica figura in frac nero che, quasi brechtianamente, accompagna e chiosa gli eventi, introducendo un elemento straniante che illumina di una luce grottesca e ambigua l’intera vicenda.

Circo equestre Sgueglia, di Raffaele Viviani, regia di Alfredo Arias, visto al teatro Carignano di Torino l’11 febbraio 2014

Annunci

Un pensiero su “L’irresistibile malinconia dei nomadi circensi: su Circo equestre Sgueglia di Raffaele Viviani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...