Il gusto piacevolmente retrò del teatro di Paolo Poli

A teatro capita a volte di trascorrere delle serate che regalano la possibilità di viaggiare magicamente  indietro nel tempo, senza nostalgia, però, ma con la piacevole malinconia che si prova rivedendo le vecchie foto e, allo stesso tempo, con la salda consapevolezza che quella realtà si è oramai modificata. Ad Amanda una serata così è capitata qualche giorno fa, assistendo ad Aquiloni, lo spettacolo con cui Paolo Poli rende il suo personalissimo omaggio a Giovanni Pascoli. Le magnifiche scenografie del compianto Emanuele Luzzati, i costumi altrettanto fantasiosi e strabilianti di Santuzza Calì, i numeri fatti di canzoni e motivetti dei primi decenni del Novecento accompagnati da semplici coreografie con gli attori magari ammiccanti en travestie, le poesie recitate con parca ironia e innumerevoli strizzatine d’occhio a un pubblico felicemente complice. 03_AQUILONI_6S6B0079

I due tempi scritti, diretti e interpretati da un Paolo Poli che, malgrado gli ottant’anni e più, sa abitare con scaltra familiarità il palcoscenico, compongono un divertissement intelligente e tecnicamente inappuntabile. Uno spettacolo che mitiga la satira con i sorrisi e gli ammiccamenti, scioglie dissidi e ambiguità dello stesso Pascoli in un’atmosfera festosa e colorata, invitando lo spettatore a farne gioiosamente parte. Un’ora e mezza di svago, tutt’altro che banale o, peggio triviale, bensì colto senza essere pedante e costruito all’insegna di una garbata piacevolezza. Un gradito salto nel passato, dunque, compiuto, però, con la certezza di poter ritornare presto al presente.

Aquiloni, di e con Paolo Poli, visto al Teatro Carignano di Torino il 6 maggio 2014

Annunci

Un pensiero su “Il gusto piacevolmente retrò del teatro di Paolo Poli

  1. mariella.fabbris@alice.it

    Auguri all’ 80enne Poli, attore di gran intelligenza e raffinatezza…. quanto ridere!! e con lui la sorella che arrivò qui a Settimo, nel glorioso Garybaldi Teatro.di quella cultura teatrale, comica e universale, non se n’è fatta grande scuola. Il Maestro Poli non si è mai impegnato nella didattica?? è una domanda ….perchè non so bene la storia di questi ultimi anni…. Certo un grande artista, tra gli artisti, e vederlo nella cornice di Luzzati, e del grande Pascoli…sia un meritato applauso ai grandi!! poeti, pittori, attori… di grande Respiro e Responsabilità e Rigore… le tre R…di P.P.

    ciao Mariella F.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...