I fantasmi di Tennessee Williams: su Lo zoo di vetro messo in scena da Cirillo

Un paio di anni fa Jurij Ferrini mise in scena lo Zoo di vetro con quella filologica spensieratezza che ne caratterizza le regie dei cosiddetti “classici”: un approccio allo stesso tempo fedele eppure profondamente contemporaneo e, in qualche modo, distaccato che assicura teatrale efficacia agli allestimenti dell’attore-regista piemontese. Arturo Cirillo, regista e protagonista dello stesso dramma, è analogamente fedele ma risulta maggiormente interessato a evidenziare quell’invincibile senso di vuoto in cui Tennessee Williams immerge le vicende dei tre personaggi principali e che nella messa in scena di Ferrini appariva invece attenuato a favore di uno certo disteso distacco. Cirillo, che riserva per sé la parte di Tom – che è personaggio ma anche narratore e alter ego del drammaturgo – fa della semplice abitazione della famiglia Wingfield un microuniverso isolato e atemporale, pervaso da un’atmosfera quasi onirica e irreale. Gli impossibili tentativi della madre Amanda – patetica nel suo desiderio di sentirsi ancora giovane e moralmente guastata dall’abbandono del marito – di trovare un marito alla fragile figlia Laura avvengono in scena come stanche reiterazioni di un passato che non riesce a trovare pace. È come se Tom rievocasse in vita fantasmi che non sanno conquistare serenità neppure dopo la morte e che alla disperazione – gli scatti d’ira e i lamentevoli monologhi di Amanda hanno sempre una tonalità artificiosa – hanno oramai sostituito un rassegnato e passivo fatalismo. Cirillo fa del dramma di Tennessee Williams una messa in scena di spiriti, rievocati da un autore/regista maligno che, come in vita, li illude ancora una volta di poter modificare la propria esistenza. Uno spettacolo cupo e concentrato come pochi altri in circolazione, arricchito anche dalle magnifiche prove d’attore offerte, oltre che da Cirillo, dalle due interpreti femminili, Milva Marigliano e Monica Piseddu.

01_zoo-di-vetro-@Ph-Laila-Pozzo_Arturo-Cirillo_Milvia-Marigliano

Lo zoo di vetro, di Tennessee Williams. Regia di Arturo Cirillo, anche interprete con Milva Marigliano, Monica Piseddu, Edoardo Ribatto; visto al teatro Gobetti di Torino il 13 gennaio 2015

 

Annunci

Un pensiero su “I fantasmi di Tennessee Williams: su Lo zoo di vetro messo in scena da Cirillo

  1. mariella.fabbris@alice.it

    grazie Amanda, di quei fantasmi di cui siamo circondati, bello sarebbe conciliarsi, parlarci, ritrovarli intorno al tavolo e ancora si tratta di cibo, il mio viaggio, con bagna cauda, tra verdure coloratissime e aglio e acciughe e parole di nico Orengo,tratte da ” il Salto dell’acciuga”bella storia scritta da lui nel 97, io già da dieci anni avevo imparato a fare la bagna, buonissima , leggera, a detta dei miei amici, che ogni anno aspettano il grande evento… intorno ai fujot.. al fuoco delle storie…ora oltre ai mitici gnocchi, potrò alternare , nel lungo inverno delle storie, anche questa….quando ti vedo?? ci ritroviamo al Bardotto? parliamo di questo nostro progetto in questa bella libreria accogliente, che sicuramente tu conosci, da buona torinese…invio in copia, e decidiamo di organizzare ? baci a presto Mariella

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...